El Sonar Nocturno: È Barcellona La Capitale Dell’elettronica

El Sonar Nocturno: è Barcellona la capitale dell’elettronica

14 giugno – E’ iniziato ormai il conto alla rovescia per la tre giorni più calda e tecnologica di tutta la Spagna: dal 14 al 16 giugno Barcellona (vuoi andarci anche tu?) si trasforma nella capitale europea della musica elettronica.

Migliaia di turisti provenienti da ogni angolo d’Europa fremono in attesa di quello che si preannuncia l’evento musicale dell’estate iberica: El Sonar Nocturno, il festival di elettronica giunto alla sua ottava edizione.

Quest’anno (dopo i successi passati) è pronta anche la nuova area – più grande e congeniale – per ospitare gli eventi e le tende del pubblico: la scelta è ricaduta sul parco del Poligono di tiro del villaggio olimpico, che offre ampi e vari spazi adatti per tutte le iniziative.

SonarClub, SonarPub, SonarPark, SonarCar: sono queste le quattro aree disposte sulla collina del Montjuic, ognuna dedicata a un particolare genere di musica elettronica. Dal tempio della house che è SonarClub si passa agli sperimentalismi psichedelici di SonarPub, per finire con un singolare tributo all’autoscontro, qui concepito come uno dei primi luoghi di diffusione della musica.

Oltre 70 tra gruppi e dj creano un flusso sonoro unico e costante. I nomi? Jazzanova, Sigur Ros, Matmos, Sonic Youth, Plaid, Amon Tobin, Carl Cox, sono alcuni dei protagonisti che metteranno in musica le notti di Barcellona.

Ma molto più di un festival, quello che si crea attorno al Sonar è un vero e proprio mondo parallelo: musica, arte e cinema si intrecciano tra loro in un unicum che ha come base comune lo sfruttamento delle nuove tecnologie per la creazione dell’arte.

Sintomo evidente di questo atteggiamento è la partecipazione a Sonar del CCCB (Centro di Cultura Contemporanea di Barcellona): sono presentate diverse esposizioni che spaziano dal disegno sul web alle più avanzate produzioni …

Read More »

Solstizio D’estate: In Scandinavia Il Sole Splende A Mezzanotte

Solstizio d’estate: in Scandinavia il sole a mezzanotte

21 giugno – Festa di S. Giovanni, festa di mezza estate, Midsommar o Juhannus: qualsiasi sia il nome che l’evento assume nei vari paesi si tratta della stessa celebrazione del solstizio d’estate, ovvero del 21 giugno: il giorno più lungo dell’anno.

Molto di più di una festa, un vero rito che attraversa gli animi di tutti i popoli del nordeuropei, affondando le radici nella storia precristiana. Già celebrato ai tempi dei vichinghi, il solstizio d’estate – insieme a quello d’inverno che cade il 23 dicembre – per gli scandinavi è un momento molto importante. Un soffio di vitalità percorre i paesi dell’Europa settentrionale (vuoi andarci anche tu?), la luce intensa che scalda la Scandinavia per almeno un mese (da fine maggio a inizio luglio) influenza abitudini e ritmi delle giornate: per le strade e nelle piazze finalmente si spengono i lampioni, ad ogni ora i locali registrano il tutto esaurito e lo shopping riempie i negozi. Con questo spirito si vive ancora L’estate sopra il 60esimo parallelo, consapevoli che il “bel tempo” può già sfumare quando da noi si festeggia il ferragosto.

Come vuole la tradizione, le celebrazioni cadono il sabato compreso tra il 20 ed il 26 giugno: per un giorno tutto è consentito fuorché lavorare. All’estremo nord, nei pressi del circolo polare artico, il sole è il protagonista incontrastato delle 24 ore (rimanendolo anche per buona parte di luglio), mentre a Oslo, Stoccolma ed Helsinki si parla di piccola notte, circa 3 ore di un timido crepuscolo, tanto che è difficile vedere le stelle.

Da Copenhaghen in su per buona parte dell’estate si vivono notti brevi ed insonni, mentre ancora più a nord il sole splende anche a mezzanotte: a Rovaniemi (Finlandia) non scende mai sotto l’orizzonte dal 7 giugno …

Read More »

Jazzscape A Bermuda

8 ottobre 1997

Mercoledi’ sera: Bermuda JAZZSCAPE comincera’ con un entusiasmante jazz party sulla Front Street ad Hamilton come parte delle celebrazioni Harbour Nights’ sponsorizzate dalla Bank of Bermuda. ENTRATA LIBERA.

9 ottobre 1997

Giovedi’ sera: Bermuda JAZZSCAPE quest’oggi sara’ a St. George (la vecchia capitale delle isole Bermuda) dove la festa continuera’ con un saluto al periodo swing : King’s Square (la piazza principale) sara’ trasformata in una magnifica “sala da ballo sotto le stelle”. Turisti e bermudiani potranno tranquillamente ballare nella notte accompagnati dall’accattivante suono dello swing. La serata sara’ organizzata in collaborazione con la Corporation of St. George’s. ENTRATA LIBERA.

10 ottobre 1997

Venerdi’ sera : le musiche arriveranno dal Royal Naval Dockyard, situato sulla Ireland Island North, presentate da splendidi fuochi d’artificio. Il concerto di gala avra’ come ospite Nancy Wilson e uno dei migliori gruppi sulla scena jazzistica David Sanborn Group. I biglietti sono in vendita gia’ dal 1° settembre.

11 ottobre 1997

Sabato, giorno e sera: JAZZSCAPE e Dockyard brinderanno insieme al grande potere che ha la musica nell’amalgamare le persone e i popoli. La festa comincera’ al mattino e continuera’ fin oltre il tramonto e unira’ le isole Bermuda con l’artigianato locale, la cucina e i talenti musicali. Artisti bermudiani si alterneranno ad artisti internazionali quali i New York Voices, Arturo Sandoval e l’unica e sola Chaka Khan. I biglietti sono in vendita gia’ dal 1° settembre.

12 ottobre 1997

Domenica, giorno e sera : quest’oggi lo spettacolo comincera’ con i gospel per sollevare lo spirito sempre piu’ in alto e continuera’ tutto il giorno con manifestazioni di fratellanza e la musica non si fermera’ mai. ENTATA GRATUITA.

Gli sponsor locali sono : West End Development Co., Elbow Beach Resort e John Barritt & Sons oltre al Bermuda Department of Tourism.

Gli artisti …

Read More »

Bayreuth: Favole E Divinità Nordiche Al Festival Wagneriano

30 luglio – Massima contemplazione e raccoglimento “religioso”: questi gli elementi necessari per accedere al Tempio dell’opera wagneriana, il teatro di Bayreuth, cittadina bavarese (vuoi andarci anche tu?) , progettato interamente dal compositore, a partire dal 1864, secondo sue precise necessità artistiche. Fu grazie all’ammirazione e all’appoggio economico del Re di Baviera Ludwig II, noto per i suoi spettacolari castelli (ispirati, in parte, dalle opere del suo protetto), che Richard Wagner poté realizzare, attraverso la peculiare nuova sala, la sua idea di arte totale, principio rivoluzionario sulle cui basi si sviluppò tutta la musica successiva. Per la prima volta in un teatro si parlò di orchestra nascosta in una buca davanti al proscenio, soprannominata “Golfo mistico”, di modo che gli orchestrali fossero invisibili agli spettatori, la sala venne completamente oscurata per facilitare la concentrazione e l’immedesimazione mistica del pubblico nell’opera e, infine, l’unico illuminato rimase il palco (come ormai accade in ogni teatro). Una struttura funzionale, in cui “Wort, Ton und Drama” (parola, suono e azione) possono fondersi totalmente. L’opera di Wagner, infatti, non prevede separazione tra un istante e l’altro (arie e recitativi), perché trasformata in un flusso continuo dove la musica è personaggio e voce recitante allo stesso tempo. Ad ogni figura corrisponde una sequenza di suoni e le sensazioni impossibili da spiegare a parole, s’incarnano in note, che avvolgono contemporaneamente, senza mai prevaricare, azione e stati d’animo. Miti, favole e divinità nordiche sono i soggetti prescelti dal compositore per le sue opere, da contrapporre a quelli mediterranei e alla tradizione lirica italiana. Tristano, Sigfrido, La Valkyria, Lohengrin, L’Oro del Reno, il Parsifal, infatti, sono alcuni tra i capolavori presenti al Festival wagneriano di Bayreuth che, fino al 28 agosto, trasforma la cittadina in luogo di pellegrinaggio prediletto dagli appassionati di grande musica, come del resto lo fu …

Read More »

Fiera Del Tartufo Bianco, Ad Alba Gusto, Cultura E Tradizione

Fiera del Tartufo Bianco: ad Alba gusto, cultura e tradizione

5 ottobre – Uno squisito e raffinato mese d’ottobre: Alba, la capitale del tartufo bianco, si prepara a dare il via alla 71° edizione della consueta mostra-mercato che celebra il prelibato tubero che l’ha resa famosa nel mondo. Tutto è pronto: l’atmosfera (grazie anche ai numerosi eventi collaterali) è già quella della festa, ma intenditori e buongustai di tutta Italia aspettano con impazienza l’inaugurazione ufficiale (prevista per questa sera) della mostra e dell’apertura dei padiglioni di “Albaqualità” e delle sue numerose degustazioni “Non solo Tuber”.

Ben 24 giorni di fiera, convegni, assaggi, cucina tradizionale, piatti tipici e un grande Mercato del Tartufo (tutti i weekend di ottobre), ma anche mostre, spettacoli, folklore e, soprattutto, il tradizionale Palio degli Asini che, domenica 7, colorerà e animerà le vie del centro storico con la sua spiritosa disfida e la sfilata in costume della Giostra delle Cento Torri: sono queste le mille attrattive che porteranno ad Alba migliaia di appassionati e semplici curiosi che, giorno dopo giorno, si lasceranno tentare dal meraviglioso profumo del tartufo e degli altri prodotti tipici di Langhe e Roero.

La rassegna Albaqualità celebra l’enogastronomia d’autore con oltre 200 aziende che propongono le proprie primizie e suggeriscono come abbinarle al tartufo e agli altri piatti della cucina locale, mentre il Centro Nazionale Studi Tartufo presenta, illustra e vende i migliori esemplari del celebre “Tuber magnatum Pico”, meglio conosciuto come tartufo bianco di Alba, e assiste i turisti-consumatori nelle loro profumate contrattazioni.

Durante tutto il mese ci saranno anche numerosi momenti di spettacolo e intrattenimento, dai balli folkloristici, alle rievocazioni storiche, dai concerti ai mangiafuoco e agli artisti di strada.

La fiera si chiude, domenica 28 ottobre, con feste e celebrazioni varie che rimandano appassionati ed operatori del settore a …

Read More »

Aussie Helpline Compie Due Anni

Stiamo aggiornando il servizio! Ci scusiamo per eventuali disagi.

Aussie Helpline compie due anni

Mark Perna

Aussie Helpline, il servizio di informazioni per il pubblico, creato dall’Ente del Turismo Australiano, compie due anni! Un servizio questo, utile ed efficiente che qualche volta ha avuto delle difficoltà a rispondere ad alcune domande come queste: “Rischio di bagnarmi durante la stagione delle piogge a Cairns?”; “Ci sono taxi in Australia?”; “Mi può dire che sapore hanno le prugne di Illawarra?”; “Vorrei ricevere una cartina dell’outback tra Adelaide e Darwing. Ho tre settimane di vacanza e vorrei attraversare questo tatto in bicicletta?”!!!!!!

A parte queste curiosità, il lavoro svolto dall’Helpline ha permesso all’Ente del Turismo di tracciare un profilo del tipo di vacanza che l’italiano desidera trascorrere in Australia. Le aree maggiormente richieste sono: New South Wales e Sidney; Queesland e le isole della barriera corallina; Northen Territory e il parco di Kakadu; Western Australia e il selvaggio Kimberley; Great Ocean Road nel Victoria; e i parchi della Tasmania.

Tra gli interessi che attraggono maggiormente i turisti sono in prospettiva le Olimpiadi del 2000 e la rassegna di arte aborigena. Per questo motivo l’Ente del Turismo Australiano ha realizzato un kit di informazioni in italiano per sapere tutto sulla cultura aborigena, spiagge e isole, parchi nazionali, natura, aree protette, fly&drive;, Sidney e le sue Olimpiadi. Per richiederlo chiamate AIGO tel. 02/72022329-42 fax 72022306.

Il telefono del servizio Aussie Helpline è 1678 76043, la telefonata è gratuita e in omaggio verrà spedita una copia della guida “Australia” realizzata dall’ente.

Data di pubblicazione: 07/07/97

Copyright © 1997 Travel Online Italia Srl. Tutti i diritti riservati. La riproduzione in toto o in parte in qualunque forma e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta di Travel Online Italia Srl. Travel Online e il logo di …

Read More »

Edreams E Sea Rent

Consulta le schede dei veicoli Cosa è incluso nel noleggio:

• chilometraggio illimitato

• assicurazione RC contro terzi: questa assicurazione copre il cliente per i danni che potranno essere provocati a terzi durante il noleggio.

Le coperture massime variano da un paese all’altro. Si consiglia la consultazione del contratto al momento del ritiro del veicolo.

In Italia tale assicurazione copre anche i passeggeri trasportati.

• Kasko: quest’assicurazione copre i danni recati al veicolo durante il periodo di noleggio, in caso di sinistro con colpa del cliente oppure a seguito di danni causati da agenti atmosferici o da eventi socio-politici. I caso di sinistro, le franchigie (penali prestabilite in denaro) sono a carico del cliente; le stesse sono diverse da un paese all’altro.

• In Italia ed in Francia sarà possibile sottoscrivere al momento della stipula del contatto di noleggio delle assicurazioni (APT) che diminuiranno l’importo di tali franchigie.

• Assicurazione contro incendio e furto: tale assicurazione copre il cliente nel caso di furto o incendio del veicolo durante il noleggio, è anche in questo caso sono previste delle franchigie, che variano da un paese all’altro, in Italia e Francia sarà possibile diminuire tale importo sottoscrivendo un’assicurazione per la diminuzione della franchigia.

(Vedi dettaglio nel capitolo Cosa non è incluso nel noleggio camper”).

Cosa non è incluso nel noleggio:

• I carburanti, lubrificanti, bombole gas.

• Garage, parcheggi, multe.

• Kit cucina e Kit notte-bagno, che potranno essere richiesti al momento della prenotazione del noleggio. Il pagamento degli stessi avverrà direttamente presso il centro di noleggio. La conferma di tale servizio è da considerarsi su richiesta in base alle disponibilità del centro stesso. I kit sono così composti.

Kit cucina: set di pentole, posate, bicchieri ed accessori vari.

Kit notte-bagno: coperte. guanciali, lenzuola monouso, telo bagno e asciugamani.

• Si ricorda …

Read More »

Thailandia E Bali

1° giorno – Milano/Bangkok

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Milano. Imbarco e partenza con voli di linea Thai Airways per Bangkok via Roma Fiumicino. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno – Bangkok

Arrivo a Bangkok. Trasferimento presso l’hotel Holiday Inn Crowne Plaza (o similare) e sistemazione nelle camere riservate pranzo in Hotel. Pomeriggio a disposizione per relax. Serata Happening al ristorante panoramico Palais de Monarch, dove il gusto francese si sposa con la tradizione culinaria orientale in una festa di sapori. Pernottamento in hotel.

3° giorno – Bangkok

Prima colazione americana in hotel. Partenza per la visita alla residenza di Jim Thompson, l’americano che ha portato l’industria di seta thailandese al successo. La casa è una combinazione unica di sette stili thai e ospita una favolosa collezione di artigianato asiatico. Proseguimento con la visita al Palazzo Suan Pakkard, residenza del Principe Chumbhot Paribatraa, decorata con pezzi del XVII secolo. Si potrà ammirare una rara collezione di antica arte thai. Pranzo al ristorante Fang Nam dell’Hotel Royal River sul fiume di Bangkok. Pomeriggio a disposizione per shopping e relax. Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno – Bangkok

Prima colazione americana in hotel. Al mattino visita del Palazzo Reale e del famoso Buddha di Smeraldo situato nell’anonimo tempio adiacente. Rientro in hotel per il pranzo. Pomeriggio a disposizione per relax o acquisti. La sera trasferimento al ristorante Piman per una cena tipica thailandese. Pernottamento in hotel.

5° giorno – Bangkok/Bali

Prima colazione americana in hotel. In giornata trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di linea Thai Airways per Bali. All’arrivo trasferimento all’hotel Novotel Benoa e sistemazione nelle camere riservate. Pranzo libero. Pomeriggio a disposizione per relax. Cena e pernottamento in hotel.

6° giorno – Bali

Prima colazione in hotel. Partenza per l’escursione dell’intera giornata a Bedugul suggestiva regione …

Read More »

Villaggio Calaghena

UBICAZIONE DEL VILLAGGIO

– Situato Situato nel Mar jonio, nel Golfo di Squillace, tra Soverato e Copanello – 55 km. dall’aeroporto di Lamezia Terme (servizio transfer su richiesta a pagamento) – 8 km. da Soverato F.F.S.S.(servizio transfer su richiesta a pagamento) – 30 km. da Catanzaro – 70 km. dall’aeroporto di Crotone (servizio transfer su richiesta a pagamento).

LA VOSTRA CAMERA

145 camere di varie tipologie situate in parte nel corpo centrale ed in parte dislocate in confortevoli abitazioni immerse nell’oasi di verde che contorna il villaggio. Sono attrezzate di servizi privati, telefono con selezione diretta e parte di esse dispongono di balcone e di aria condizionata (a pagamento).

CONSEGNA DELLE CAMERE:

Le camere saranno consegnate dopo le ore 17:00 del giorno di arrivo e dovranno essere rese entro le ore 10:00 del giorno di partenza.

LA TAVOLA:

Il trattamento proposto è di pensione completa con prima colazione a gran buffet all’americana. Pranzo a gran buffet da consumarsi al “Ristorante Terrazza” all’interno del villaggio o pressso il “Punto-grill” sulla spiaggia (su prenotazione). Cena con servizio a centrotavola nel “Ristorante Terrazza” o, in alternativa e su prenotazione, al “Ritorante Tipico” con cucina calabrese. Sia a pranzo che a cena, possibilità di scelta tra differenti piatti e vino locale sfuso a volontà. Quattro bar dislocati in differenti punti del villaggio: il terrazza bar nell’antico casale; il bar hall nel corpo principale a lato del ricevimento; il bar piscina attiguo alla piscina centrale; il beach bar in spiaggia. Cocktail di benvenuto. Cocktail-party e buffet all’americana in piscina, settimanali.

INFRASTRUTTURE ED ATTIVITA’ GRATUITE

Spiaggia privata ed attrezzata con sdraio, ombrelloni, freschiere, bar e servizi raggiungibili con navette private, gratuite, in continuo collegamento con il villaggio (8-19.30).

– 2 piscine: una con vasca per bambini ed una con giochi d’acqua e idromassaggio (16-17).

– 3 …

Read More »

Piemonte: I Cittadini Di Canelli Si Difendono Da Eroi

Piemonte: l’eroica difesa dei cittadini di Canelli

15 giugno – Nel giugno del 1613, approfittando della mancanza di soldati nelle fortificazioni canellesi, Carlo Gonzaga, duca di Nevérs, attraversò il fiume Belbo per assediare la città. Le truppe monferrine tentarono in più modi di entrare in Canelli, ma la piccola guarnigione, aiutata in modo determinante dalla popolazione, riuscì a resistere agli attacchi e mise in fuga il nemico. Sulla base di questo fatto storico prende vita l’annuale Rievocazione storica dell’Assedio di Canelli, quest’anno in programma sabato 16 e domenica 17 giugno, per le strade di Canelli, in provincia di Asti(vuoi andarci anche tu).

Oltre mille canellesi in costume ricreano per due giorni l’atmosfera e le situazioni di una città assediata, coinvolgendo il visitatore che diventa contemporaneamente protagonista e testimone degli avvenimenti che vi si svolgono. Nel corso della prima giornata si assiste alla fuga dalle campagne con l’insediamento dei fuggitivi nella cerchia cittadina, al sopravanzare del nemico che giunge alle porte, all’annuncio dell’inizio dell’assedio e alla prima cruenta battaglia. A partire dalle ore 20, nelle varie osterie e taverne del centro storico, osti e ostesse in costume serviranno la cena dell’assediato, preparata solo con ciò che la grave condizione di assedio può permettere. Alle libagioni pone termine lo spettacolare incendio appiccato nel frattempo dal nemico e domato coraggiosamente dagli abitanti di Canelli. Per chi si attarda nelle osterie ancora aperte vi è il pericolo di incorrere in briganti e malintenzionati: per questo per tutta la notte le ronde militari vegliano la città.

La mattina seguente cresce la confusione, fallisce una mediazione diplomatica, si combatte alacremente alle porte e il nemico invade la città, ma gli uomini e le donne di Canelli intervengono a sostegno dei militari e il nemico fugge; alle ore 12 viene dichiarata la fine dell’assedio e mezz’ora dopo …

Read More »

Hotel Villaggio Kastalia

GRATUITI: Parcheggio all’ingresso – Custodia valori – Servizio medico nel Centro Commerciale.

A PAGAMENTO: A VILLA PACE: Boutique d’abbigliamento, articoli sportivi e gioielleria della Club House – Fotografo – Artigianato – Market alimentari – Profumeria

NEL COMPLESSO HOTEL VILLAGGIO KASTALIA: Istituto di bellezza con parrucchiere, barbiere, sauna, solarium U.V.A., idromassaggio.

ESCURSIONI:

A un passo c’é la zona archeologica dell’antica Kamarina tra l’Ippari e l’Oanis: gli scavi, le necropoli, l’antiquarium. A cinque minuti c’é il Castello di Donnafugata di gattopardiana memoria. A pochi chilometri massime testimonianze dell’arte barocca nei centri di Ragusa, Modita, Scicli, Palazzolo, Siracusa, Noto. A Ragusa Ibla, il pittoresco agglomerato suI posto dell’antica città sicula Hybla Herea, poi castello bizantino, nel Mille sede di contea, rinata dopo il terremoto del 1693, ricca di monumenti medievali e barocchi. Qui Rosario Cagliardi eresse il capolavoro del barocco siciliano: la preziosa Basilica di San Giorgio. Nella Villa romana del Casale, a Piazza Armerina, i più ben conservati mosaici dell’età imperiale. Ad Agrigento, un’ora nella Valle dei Templi e un tramonto dal Tempio della Concordia non si scordano più… E ancora: Palazzolo Acreide, col suo piccolo grande teatro greco e l’incredibile Etna, visibile nel suo splendore naturale nelle giornate più serene. Da non dimenticare inoltre Catania e la bella Taormina con il suo Teatro greco-romano, la visita della città ricca di reperti storici greco-romani e poi ancora, le caratteristiche vie pedonali con negozi e boutiques. Infine l’escursione a Malta (necessario il passaporto o la carta d’identità valida per l’espatrio) con visita guidata delI’isola, della città de “La Valletta” e del suo Casinò. Insomma storia e cultura: le bellezze della nostra Sicilia!

UN TOCCO IN PIU’

Organizzazione di stage speciali a tema effettuati durante la stagione in base alle disponibilità degli ospiti organizzatori (vedi pagina “Eventi speciali”).

CARTE Dl CREDITO: accettate.…

Read More »

Otto Le Stelle Del Blues E Del Soul Ai Faraglioni Di Arbatax

Sotto le stelle del blues e del soul ai faraglioni di Arbatax

26 luglio – Arbatax, porta d’accesso dal mare a tutta l’Ogliastra, ospita anche quest’anno la decima edizione del Festival Internazionale Rocce Rosse & Blues, tappa conclusiva di un progetto più ampio denominato Trenino Blues, promosso dall’Associazione Culturale Rocce Rosse in collaborazione con i comuni di Orroli, Seui, Ussassai, Lanusei, Tortolì e Jerzu. L’intento di questo affascinante festival itinerante è presentarsi, oltre che come contenitore musicale di altissimo livello, anche come articolato sistema di promozione del territorio. Così, partito dai boschi e dalle montagne dell’Ogliastra il 13 luglio, la rassegna delinea un percorso d’estremo interesse, attraverso la musica, la natura e le tradizioni della costa orientale della Sardegna, toccando via via i diversi comuni coinvolti, per giungere ad Arbatax (vuoi andarci anche tu?) il 28 luglio. Nello splendido scenario del piazzale degli Scogli Rossi, anche quest’anno, l’ultimo week end di luglio è ammaliato dalle note del più bel soul, del blues e della vocalità, con le esibizioni di grandissimi nomi della musica:

– sabato 28 luglio, Marcia Ball, Irma Thomas e Giorgia;

– domenica 29, John Hammond & The Wicked Grin, Keb’ Mo’ e Clarence “Gatemouth” Brown.

Abbandonati i ritmi blues, la festa si trasforma in una colorata kermesse caraibica, dal 3 al 5 agosto, sempre all’ombra dei rossi faraglioni di porfido di Arbatax, con il Red Rock Festival e Fiesta Latina: venerdì 3 spazio ai suoni dei Sa Razza e alla verve dei 99Posse; sabato è la volta di Pinomarino, Costeau e Incognito, mentre domenica 5 la manifestazione sonora sarà chiusa dall’esibizioni di La Charanga Habanera e Migdalia Hechavarrìa y su Cuba Son. L’ultima sorpresa è prevista nel cuore della notte quando sulla spiaggia di Cea andrà in scena una grande festa (ingresso gratuito) dove musica, danze e …

Read More »

Aida E L’egitto Si Fa Grande!

Tita Arpesani

Quante volte sarete andati in visita nell’antico Egitto? Anch’io, vi confesso, che ho viaggiato molto intorno a quella zona, davanti ad una piramide o con lo sguardo immerso nella sabbia calda e polverosa, ho provato una strana sensazione. Mi sentivo come un’aliena, una profanatrice di antichi segreti qui custoditi e inviolati, mai compresi da quei visitatori che con cappello ed occhiali pensano di avere conoscenze necessarie per scrutare i misteri più profondi. Ma se quel mondo vi piace, dovete sapere che fra poco ci sarà una importante iniziativa che vi porterà più vicini a quelle atmosfere, più consci del loro passato e meno estranei di fronte ad esse. Infatti dal 12 al 17 ottobre 1997, nella città di Luxor, la Cairo Opera House metterà in scena la spettacolare opera di Giuseppe Verdi: l’Aida, celebrando cosi’ il 125° anniversario della prima mondiale tenutasi proprio nella capitale egiziana.

Una combinazione di storia, musica, arte, per testimoniare una delle più affascinanti culture del passato. Sarà un evento per tutti, dai grandi appassionati di storia, agli amanti delle scenografie grandiose, ai semplici curiosi. Questa nuova manifestazione è patrocinata dalla signora Suzan Moubarak, moglie del Presidente Egiziano. Sono previsti sei spettacoli, dal 12 al 17 Ottobre, quando le temperature sono ideali per le rappresentazioni all’aperto. Uno stadio appositamente costruito di 5.000 posti darà la possibilità quindi a moltissimi spettatori di seguire l’evento coccolati dall’ambiente circostante. L’auditorio sarà appositamente costruito sullo sfondo dell’antico tempio della Regina Hatshepsout, imprigionato dalla roccia ed in armonia con l’ambiente circostante. Si tratta di un monumento funebre ad uno dei più straordinari sovrani vissuto nella seconda metà del diciannovesimo secolo chiamato poi “Splendore degli Splendori”. Hatshepsout fu la sola sovrana d’Egitto ad assumere il titolo di “Faraone”. Dal 1997, squadre italiane e polacche lavorano per rinnovare e ricostruire questo …

Read More »

Wyoming. Un’america Tutta Da Scoprire.

Mark Perna

Il Wyoming è uno degli stati americani più suggestivi ed emozionanti anche se non rientra nelle mete consuete del turismo di massa. Su una superficie complessiva di 253.326 kmq, si estende uno scenario incantevole fatto da un cielo imperioso che si confonde all’orizzonte, interrotto solamente dalle nuvole e dalla natura selvaggia. Uno stato che mantiene ancora le tradizioni dei vecchi indiani e dei mitici cow-boy, un angolo incontaminato dove l’uomo è messo in minoranza da una natura dominante, basti pensare che la densità per kmq è di soli 2 abitanti e che ci sono molti più cervi e antilopi che esseri umani.

L’indiscussa attrazione del Wyoming, motivo di orgoglio e di vanto è lo spettacolare Parco Nazionale di Yellowstone, il primo parco nazionale al mondo, inaugurato nel 1872. Tra i motivi che attirano in questo parco oltre 2,8 milioni di visitatori ogni anno, ci sono sicuramente i 10.000 fenomeni termali come il famoso Old Faithful Geyser, che ogni 40-70 minuti circa emette un getto di acqua e fango bollente ad una altezza di circa 40 metri. Ma le attrazioni naturali del Yellowstone non si esauriscono con i geyser, il parco è infatti un sorprendente riserva dove si aggirano indisturbati orsi, coyote, alci, wapiti, cervi, bisonti, falchi pescatori e grandi aquile.

A far concorrenza allo Yellowstone poco a sud da questo si erge il Parco Nazionale Grand Teton che prende il nome dall’omonima catena montuosa. Questo parco è una versatile località per molte tipologie di turismo, qui si può infatti decidere di intraprendere una piacevole passeggiata in montagna, fare del campeggio, o cimentarsi in escursioni a cavallo, in motoslitta o su racchette da neve. Per entrare nello spirito del luogo vi consigliamo di soggiornare in uno dei ranch di accoglienza seminati nel parco.

A poco più di cinque miglia …

Read More »

Parigi-bruxelles-bruxelles-parigi

Il dialogo artistico Francia-Belgio, 1848-1914: realismo, impressionismo, simbolismo, Art Nouveau. Gand, Museo delle Belle Arti.

Un confronto unico…

Per la prima volta, un’esposizione mette in evidenza i numerosi scambi e i legami artistici che unirono la Francia e il Belgio durante la seconda metà del XIX° secolo e intorno al 1900.

L’esposizione illustra la nascita di una correlazione tra le arti dei due paesi vicini, durante uno dei periodi più appassionanti della storia dell’arte. L’esposizione mostra perché tanti Francesi sono andati a lavorare in Belgio, e quali elementi hanno attirato i Belgi verso la “Ville Lumière”.

Come sono stati accolti in Belgio il realismo e l’impressionismo francese? In che modo il simbolismo belga e l’Art Nouveau sono ammirati negli ambienti artistici francesi?

Una dimensione pluridisciplinare…

La seconda metà del XIX° secolo si caratterizza per una profonda integrazione di differenti forme d’espressione. L’esposizione presenta dunque tutte le discipline: pittura e scultura, arti grafiche, letteratura, teatro, musica, fotografia, architettura, urbanistica e arti applicate. Gli organizzatori belgi e francesi hanno scelto le opere più rappresentative di musei e collezioni private internazionali.

Un livello artistico eccezionale…

Questa esposizione propone una ricostruzione unica della dinamica culturale dei due centri del XIX° secolo che furono Parigi e Bruxelles. In queste due capitali le opere di artisti del calibro di Hugo, Baudelaire, Courbet, Rops, Stevens, Meunier, Zola, Monet, Manet, Ensor, Seurat, Van Rysselberghe, Khnopff, Gauguin, Rodin, Minne, Verhaeren, Horta, Lalique e altri hanno giocato un ruolo di importanza capitale.

L’esposizione avrà luogo dal 6 settembre al 14 dicembre 1997, presso il museo delle Belle Arti di Gand, Parc de la Citadelle. Orari di apertura: tutti i giorni dalle 10 alle 18; il mercoledì fino alle 21; chiuso il lunedì. Prezzi di entrata: visite individuali: 280 FB (14000 lire circa); gruppi a partire da 15 persone e titolari …

Read More »