Wyoming. Un’america Tutta Da Scoprire.

Mark Perna

Il Wyoming è uno degli stati americani più suggestivi ed emozionanti anche se non rientra nelle mete consuete del turismo di massa. Su una superficie complessiva di 253.326 kmq, si estende uno scenario incantevole fatto da un cielo imperioso che si confonde all’orizzonte, interrotto solamente dalle nuvole e dalla natura selvaggia. Uno stato che mantiene ancora le tradizioni dei vecchi indiani e dei mitici cow-boy, un angolo incontaminato dove l’uomo è messo in minoranza da una natura dominante, basti pensare che la densità per kmq è di soli 2 abitanti e che ci sono molti più cervi e antilopi che esseri umani.

L’indiscussa attrazione del Wyoming, motivo di orgoglio e di vanto è lo spettacolare Parco Nazionale di Yellowstone, il primo parco nazionale al mondo, inaugurato nel 1872. Tra i motivi che attirano in questo parco oltre 2,8 milioni di visitatori ogni anno, ci sono sicuramente i 10.000 fenomeni termali come il famoso Old Faithful Geyser, che ogni 40-70 minuti circa emette un getto di acqua e fango bollente ad una altezza di circa 40 metri. Ma le attrazioni naturali del Yellowstone non si esauriscono con i geyser, il parco è infatti un sorprendente riserva dove si aggirano indisturbati orsi, coyote, alci, wapiti, cervi, bisonti, falchi pescatori e grandi aquile.

A far concorrenza allo Yellowstone poco a sud da questo si erge il Parco Nazionale Grand Teton che prende il nome dall’omonima catena montuosa. Questo parco è una versatile località per molte tipologie di turismo, qui si può infatti decidere di intraprendere una piacevole passeggiata in montagna, fare del campeggio, o cimentarsi in escursioni a cavallo, in motoslitta o su racchette da neve. Per entrare nello spirito del luogo vi consigliamo di soggiornare in uno dei ranch di accoglienza seminati nel parco.

A poco più di cinque miglia dal Grand Teton sorge la curiosa città di Jackson, celebre per i suoi archi di corna di cervo che circondano la piazza principale, per i suoi marciapiedi in legno e per il suo famoso locale, il Million Dollar Cow-boy Bar. Jackson è tra le città più attive culturalmente ed artisticamente di tutto l’Ovest e offre ai visitatori ben 40 tra musei e gallerie d’arte. In inverno Jackson diventa una località sciistica molto attrezzata, con una grande varietà di piste e corsi a tutti i livelli; a Teton Village si trova la pista più lunga degli Stati Uniti: 1.274 metri.

Le sorprese che offre il Wyoming non finiscono qui, andando verso il confine sud dello stato si può raggiungere Fossil Butte, uno dei monumenti naturali del paese. In questa zona sono stati scoperti reperti fossili di pesci d’acqua dolce di grande interesse scientifico, e negli scavi privati, non è difficile entrare in possesso di uno di questi fossili.

Proseguendo verso est attraverso il Red Desert, oltre ad assistere al grande fenomeno geologico del Great Divide Basin, avrete la possibilità di perdervi tra le vecchie miniere d’oro e di rame accessibili dalla SR70, fino a Encampment dove è situato il Grand Encampment Museum. Per rilassarsi la località di Saratoga è quello che ci vuole.

Pesca, navigazione su fiume, campeggio e immersioni nelle acque del Hobo Pool sono solo alcune delle attività che si possono fare in questo centro turistico.

Rifocillati e riposati si può proseguire il viaggio per il Wyoming andando verso Laramie dove oltre all’Università dello stato potete ammirare due delle più rinomate attrazioni della regione: il Territorial Park e l’American Heritage Centre. Arrivati in città dalla avventurosa strada secondaria SR130, il Territorial Park, offre ai visitatori uno spaccato di vita tipica da città di confine, ricca di fascino e curiosità tradizionali come le esposizioni artigianali, l’US Marshal’s Museum, o un buon pasto con annesso spettacolo folcloristico allo Horse Barn Dinner Theatre.

A poco più di cinquanta miglia d est percorrendo la Happy Jack Road, si raggiunge la capitale dello Stato: Cheyenne. Nella capitale, il vecchio West rivive nel Wyoming State Museum e nel Cheyenne Frontier Days Old West Museum, ma ancor di più nel Terry Bison Ranch che dista solo poche miglia dal centro cittadino. In questo ranch potete visitare la mandria di 2.500 bisonti ed entrare in contatto diretto con una vita vista solo nei film. Tracce indelebili delle lunghe trasferte sui carri a cavallo, si possono ancora trovare nei solchi lasciati dalle ruote, nei nomi scolpiti nel Register Cliff, nell’Indipendence Rock e nelle Names Hills, oltre ai resti di vecchi fortini come Fort Laramie, Fort Caspar e Fort Bridger. A Douglas e Casper, nel Wyoming centrale, molti altri musei testimoniano la storia e le tradizioni di questa regione. Da non perdere il Central Wyoming Fair and Rodeo, uno dei principali appuntamenti di metà luglio.

A Nord-est, si trova invece il primo monumento nazionale americano, la Devils Tower, una torre alta 264 metri, una guglia magmatica formatasi da un vulcano. Questa singolare formazione naturale, resa famosa dal film di Spielberg, Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo, per essere stata la base di atterraggio degli extraterrestri, è una meta ambita per gli scalatori e gli appassionati di avventure.

Attraversando l’entroterra tra il paesaggio ondulato delle Black Hills, si raggiunge l’estremo angolo nord del paese, patria incontrastata del leggendario William Buffalo Bill Cody. Il Buffalo Bill Historical Centre raccoglie la storia e i cimeli di grande esploratore dell’esercito e della conquista del West.

Ma quello che caratterizza maggiormente lo stato del Wyoming è lo spirito dei cow-boy e del loro passatempo preferito: il rodeo. Il rodeo può essere considerato lo sport nazionale del Wyoming, una sorta di esibizione-manifestazione che oltre a confrontare l’abilità dei cow-boy, unisce in un entusiasmo collettivo l’intera comunità, qualcosa di simile al calcio per noi in Italia. Nel periodo estivo i rodei sono frequentissimi in ogni parte dello stato e oltre al famoso rodeo serale di Cody, sono previste settimanalmente esibizioni nelle principali città come Laramie, Jackson e Cheyenne. L’evento più importante al mondo per gli appassionati di questa disciplina è senza dubbio il Frontier Days di Cheyenne.

Ultimo dato che merita di essere sottolineato è che il Wyoming può essere visitato gratuitamente o comunque a tariffe estremamente convenienti, un’ occasione questa per scoprire un’America incantevole, fatta di montagne, acque cristalline, grandi spazi sconfinati, cordialità e ospitalità senza eccezioni.

Per tutte le informazioni turistiche negli USA: tel. (001) 307/777-777

Alcuni Tour Operator che organizzano viaggi per il Wyoming:

ATITUR-DERTOUR ITALIA tel. 02/582921 I VIAGGI DEL VENTAGLIO tel. 02/86332236

OCEAN TOUR OPERATOR tel. 030/91311461

OFFSHORE-ITALIATOUR tel. 06/6555139